22 aprile 2013

Le LEGGI VERGOGNA firmate da NAPOLITANO

Oggi abbiamo visto l'emiciclo in festa per la rielezione forzata di Napolitano.


Gli altri candidati non andavano bene, lui sì, come mai?

Semplice: avete notato la felicità sul volto di Silvio?
Beh, chissà se vi ricordate delle leggi vergogna firmate proprio da Napolitano pochi anni fa?
Poi si potrebbe anche aggiungere, dietrologicamente, la "defenestrazione" di Silvio dal ruolo di premier nel novembre 2011, cosa che a lui è servita per poi tornare in auge un anno dopo, quando gli sono scivolate addosso le accuse di inazione verso la crisi, accuse che hanno invece affossato Monti (beh, ben gli sta, essendo secondo me più un cattolico che un tecnico - a proposito, l'ICI/IMU sugli immobili del VATICANO S.p.A.? - , e avendo anche detto che la ripresa era cosa certa, parole di agosto 2012).

LINK: LE 11 LEGGI VERGOGNA DI NAPOLITANO (di Marco Travaglio)

Elenco:
Legittimo impedimento, l’indulto extralarge esteso ai reati dei colletti bianchi, il decreto Mastella per distruggere i dossier della security Telecom, l’ordinamento giudiziario Mastella-Castelli, la legge salva-Pollari, il lodo Alfano, la norma della penultima finanziaria che raddoppia l’Iva a Sky, i due pacchetti sicurezza Maroni contenenti norme razziali anti-rom e anti-immigrati, lo scudo fiscale Tremonti, il decreto salva-liste del Pdl.

Ma non finiscono qua le sue porcate, infatti il FATTO QUOTIDIANO le riassume QUI e io ne prendo alcune:

istituzione dei CPT (centri permanenza temporanea) per gli stranieri considerati clandestini, opera bocciata dall'UE; invito rivolto a tutti nel trovare dialogo con la Chiesa sui temi etici (per il famoso motto che il Vaticano non fa politica, noooo, racconta solo barzellette), e anche col Pdl, al quale firma il decreto legge su Eluana Englaro, che voleva obbligare i medici a continuare nel tenere accese le macchine per l'alimentazione forzata; interventismo guerrafondaio in ogni zona del mondo, guarda caso sempre e solo dove gli USA, che gli sono tanto affezionati, volevano, pure in Iraq!; concessione della grazia al colonnello americano (!) Joseph Romano, condannato a 7 anni per il rapimento dell'innocento Abu Omar!; ineleggibilità di Berlusconi per via delle concessioni statali di cui usufruisce per le sue emittenti televisive? Napolitano se ne fa un baffo e vuole che al Cav. gli sia garantita la partecipazione politica, ecc. ecc. ecc. fino a giungere alle intercettazioni Mancino - Napolitano ottenute dai magistrati che indagano sulle stragi degli anni '90, intercettazioni che ora sono state distrutte con, guarda caso, Napolitano presidente del CSM e Mancino ex numero due.

2 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Ieri per altro ha nuovamente accennato agli interventi militari, una cosa che non c'entra nulla con il momento delicato che stiamo attraversando. Ma lo doveva fare, elogiare gli interventi militari come un La RUssa qualunque

Danx ha detto...

Un vero schiavo degli USA!
Gli USA comandano il mondo, creano basi militari dappertutto e i politici locali non li devono vedere come invasori, ma come benefattori davanti i quali bisogna sempre inginocchiarsi e dire grazie!
Ovviamente Napolitano e tutti gli altri politici ci diranno che sono decisioni prese in autonomia.. se-se.